Il panettone Motta e la sagra degli imbecilli

di Andrea Pinna

Probabilmente avrete visto il nuovo spot del panettone Motta.

Qui solitamente non discutiamo dei grandi Brand e infatti non farò un’analisi sullo spot in sé, ma cercherò di estrapolare qualcosa di utile da rapportare alle piccole e piccolissime realtà imprenditoriali.

Non parlo dunque delle scelte comunicative di Motta, ma delle analisi, che in queste ore, stanno impestando il web, sull’argomento.

Analisi che provengono da individui considerati “autorità” in tema comunicazione e marketing.

La linea è questa:

“Grande Motta! Ha attaccato simpaticamente i vegani, e il suo spot sta registrando un interesse enorme e virale”.

[ Ok, bisognerebbe vedere lo spot, prima di leggere questo post. ]

Ad ogni modo, che cosa possiamo imparare dal caso Motta?

Innanzitutto che gli “”””””esperti””””” che stanno osannando questo spot, non hanno la minima idea di cosa significhi mantenere – sviluppare – difendere il Posizionamento di marca di un’azienda. In secondo luogo non sanno niente di vendita.

L’ennesimo club degli opinionisti, che si riunisce per esprimere cazzate immani al grido del “purché se ne parli”.

Questi impostori con la camicia a quadri, che derubano gli sfortunati Imprenditori che gli capitano sotto mano, continuano a fregarsene delle basi e dei fondamentali, per seguire trend stupidi e privi di riferimenti reali.

Quindi per questi individui, Motta ha fatto bene ad attaccare i vegani, poi chissenefrega se:

1. I vegani non sono competitor da squalificare per i produttori dei panettoni (occasione di squalifica sprecata nel nulla)

2. Ignorano che i vegani, restano vegani, quindi non incrementi il target con il sarcasmo, in quanto il veganesimo (o veganesimo) è una filosofia di vita radicata che nessuno spot può puntare a scalzare.

3. Non stavano parlando ad un pubblico preciso. Seppur il panettone è un alimento acquistato da un target variegato, vuoi vedere che la percentuale di adulti sopra i 50 e i 60 sono in maggioranza? E vuoi vedere che in quella fascia sono in pochi a conoscere le diatribe e gli sfottò verso i vegani, che avvengono sui social?…

4. Motta, è considerata l’azienda che ha reinventato il panettone. In una certa dimensione è quella che ha proprio inventato il panettone. Che cosa fanno quei geni dell’agenzia incaricata di gestire la comunicazione?

Semplice, dimenticano tutto l’immenso valore percepito di questo brand, e puntano ad elencare GLI STESSI ingredienti degli altri panettoni, e sfottere i vegani.

Ora, mi piacerebbe sapere quale sia stato il compenso di questi signori, per aver piantato l’ennesimo chiodo nella bara del posizionamento di Motta.

Le grandi autorità del web dicono che questo spot sia geniale.

Non dirò “secondo me, non lo è”, mi limiterò a dire:

QUESTO SPOT È UN BUCO DI BILANCIO, PUNTO E BASTA.