Pagate la pochezza

di Andrea Pinna

C’è una sorta di lotta senza quartiere fra i “big” della formazione Marketing, che sta impestando il mercato italiano.

Fra la schiera di “io so’ io e voi non siete un cazzo” alla Alberto Sordi, e i “risentiti di mestiere” passando per i cloni mal riusciti, la discussione sul come avviare o riavviare i business è al minimo storico.

Come accade per quasi tutto quello che viene importato in Italia, anche il Marketing sta subendo la pressione della penuria di serietà tipica di un popolo amante della superficie delle cose.

Troviamo dunque vera e propria spazzatura all’interno dei gruppi di “discussione” social, nei quali l’imperativo è l’offesa gratuita.

Ciò non bastasse, si è riusciti (sempre e solo in Italia) a traslare il concetto di “follower interessato” a tifoso della curva sud, pronto a difendere a spada tratta il proprio idolo, senza MAI entrare nel merito dei contenuti.

Il risultato:

 Arricchimento esponenziale dei cosiddetti “Big” della formazione Marketing

 Suddivisione in schiere di invasati pronti a tutto pur di avvallare qualsiasi idiozia venga in mente ai “Big”

 Fanatismo da stadio che MAI e in nessun Paese aveva mai varcato il campo della formazione business, prima che l’italiano medio con il suo becero settarismo, iniziasse ad inquinare questa importantissima e fondamentale risorsa per i professionisti ed imprenditori.

 Immobilità dei contenuti. La ridicola idea, per la quale le analisi sui Brand stellari (Coca-cola, Red Bull, Apple ecc) siano l’inizio è la fine di ciò che ci sarebbe da conoscere per mandare avanti il proprio, magari microscopico, business.

 Tutto ciò accade mentre le aziende e i professionisti vanno a gambe all’aria, magari mentre mettono da parte faticosamente le migliaia di euro, necessarie per pagare corsi da un weekend, in aule affollate di adoratori di Star da palcoscenico.

Io direi che forse… si è un tantino esagerato e che lanciare o rilanciare il proprio business, deve ritornare ad essere la priorità.

Ecco perché qui, in Rialzo Impresa si cerca di stimolare la discussione e non esistono Big o Boss.