Se non riesci con il cacciavite, prova col martello

di Andrea Pinna

Il Caos della formazione Marketing e Business che ultimamente sta imperversando in maniera orizzontale sia online che offline, sta facendo più danni di quanti ne facesse in passato la sua assenza.

Gli studenti dei grandi formatori, che a loro volta si sono focalizzati sugli strumenti di Marketing (es. Copywriting, Facebook, blogging ecc) e che si propongono con loro attività, ruotano attorno ad un FALLA PERICOLOSA.

Pericolosa per chiunque si affidi a loro, per comunicare e quindi promuovere la propria attività.

Ovviamente posso dimostrare questa considerazione che, ahimè, non è più solo una teoria.

Se avete notato chi ha ricevuto formazione da quelli che, con un pizzico di ironia, definisco gli “Show Man” della formazione Marketing e vendita, e che a loro volta si sono focalizzati su strumenti specifici, seguono più o meno questo schema, quando provano ad acquisire potenziali clienti (Voi):

 Diffida da chi ti offre il servizio X perché bla bla bla  Solo io utilizzo lo strumento X nel modo corretto  quindi affidati a me.

Ed è qui che inizia il caos. In primis è evidente che questi nuovi “Risolutori” non hanno capito ciò che sono andati ad imparare dagli Show Man, per il semplice fatto che differenziarsi copiando una cantilena, è utile quanto il pastello bianco alle elementari, e in secondo luogo, quella che viene denominata “chiamata all’azione o call to action” manca totalmente di una vera motivazione…

Ora, per quanto possa sembrare poco utile tutto questo discorso, considerate che non lo è per semplice fatto che i “seguaci degli strumenti di Marketing” stanno spuntando come funghi, e prima o poi (alcuni immagino ci abbiano già a che fare) capiteranno sulla vostra strada.

Non intendo peraltro dire la solita frase: “non tutti sono dei bidoni, ci sono anche grandi esperti…” proprio perché NON CAMBIA UNA BEATA M*****A.

Possono essere anche Zuckerberg in persona, ma non è rilevante per lanciare il vostro business, se non lavorate a fondo sui FONDAMENTALI.

Caricare come fucili d’assalto gli strumenti se non avete nemmeno una ragione per fare la guerra, porta a fare solo danni.

Alcuni di questi si è perfino accorto della falla e cerca di riempirla dicendo che per potenziare uno strumento devi considerare altri strumenti…

Che equivale a dire: se non riesci a colpire il bersaglio con la pistola perché non sai sparare, prova con una cassa di fucili d’assalto…

Che in teoria, offre per logica più possibilità di colpire il bersaglio, ma si dimenticano di considerare queste semplici questioni:

 Il fucili e i proiettili costano caro, quanto costa caro il tempo che passa senza colpire il bersaglio.

 I tuoi concorrenti possono avere un budget notevolmente più alto e colpire prima e meglio di te.

 Se già non sai usare una scacciacani, quante probabilità ci sono che tu possa essere efficacie con un fucile da Cecchino professionista?

 Se la tua strategia è in mano a degli strumenti sui quali non puoi avere il controllo, quanto metti a rischio l’attività per la quale stai spendendo la tua vita?

 Questi signori vivranno sulle tue spalle, anche perché si propongono di creare e gestire loro i tuoi strumenti…e se chiudessero bottega? O il cielo non voglia, passassero a miglior vita?…

 …e poi hai mai visto progettare una casa in base all’attrezzatura del muratore che la costruirà?

E così via…

A rischio di passare come il solito rompiballe, vi esorto a fare queste considerazioni prima di mettere in mano, a questi signori, la vostra attività e i vostri soldi.